Emissioni dirette e indirette di GHG

Attività realizzate per ridurre la produzione diretta e indiretta di GHG 

Ansaldo STS ha individuato all’interno della propria organizzazione un Carbon manager, un Energy Manager e un Water Manager ai quali è affidato il compito di fornire indicazioni e realizzare attività e progetti di risparmio energetico in tutte le sedi operative della società.

Travel Policy 

Le iniziative di Ansaldo volte a migliorare gli spostamenti dei dipendenti includono l’ottimizzazione dei percorsi di viaggio, l’utilizzo di forme di car pooling e car sharing e la promozione dell’uso dei trasporto pubblici e di mezzi più sostenibili attraverso la Travel Policy.

Uno degli effetti della Travel Policy si può misurare nella riduzione dei viaggi aerei a breve percorrenza.

Efficienza energetica 

Nel corso degli anni Ansaldo ha implementato progetti di efficienza energetica che hanno contribuito a ridurre di quasi il 20% il consumo energetico nel periodo in esame. Di seguito sono riportati alcuni esempi delle azioni intraprese da Ansaldo STS per ridurre il consumo energetico:

  • installazione di sistemi di illuminazione a basso consumo energetico e dei relativi impianti elettrici;
  • aumento dell'efficienza energetica degli impianti di climatizzazione e di trattamento dell'aria;
  • eliminazione o riduzione dell'utilizzo di trasformatori e compressori d'aria;
  • revisione del sistema automatico di gestione degli edifici in modo da posticipare l'accensione dei sistemi di illuminazione e climatizzazione al mattino e anticiparne lo spegnimento la sera;
  • miglioramento dell'efficienza energetica dei datacenter;
  • affissione di cartellonistica per sensibilizzare il personale su alcune iniziative di risparmio energetico, come spegnere luci, portatili e apparecchi che consumano energia;
  • riduzione del numero di veicoli utilizzati dall'azienda;
  • riduzione della quantità complessiva di rifiuti conferita in discarica, incentivando la sostituzione di sostanze a ridotto impatto e promuovendo la riduzione, il recupero e il riciclo dei rifiuti.

Risultati ottenuti 

Complessivamente dal 2012 al 2014 la produzione è passata da 25.489 t a 19.142 t di CO2 e che corrisponde ad una riduzione di 6.347 t di CO2e (-24,9%).

Il grafico che segue è relativo all’indicatore GHG Emission Intensity che misura le tonnellate di emissioni di Gas serra per ogni milione di euro di fatturato.

L’indicatore delle emissioni totali (dirette e indirette) evidenza una riduzione (- 6,3%) dovuta sia alla diminuzione delle emissioni sia a un aumento del fatturato. Rispetto al 2012 la riduzione è ancora più evidente (-28,1%). La stessa considerazione vale per gli indicatori parziali di Scopo. Infatti:

  • l’indice delle emissioni di Scopo I (derivanti dalla combustione diretta di combustibili fossili da fonti dell’ organizzazione) segna un - 2,7%;
  • l’indice delle emissioni di Scopo II (derivanti dalla produzione di energia elettrica consumata dall’ organizzazione) segna un - 5,7%;
  • l’indice delle emissioni di Scopo III (derivanti da sorgenti non di proprietà dell’organizzazione, dovute principalmente dai trasporti di persone e merci, dal consumi di materie prime e dallo smaltimento dei rifiuti) segna un -8,0%.