Mappatura degli stakeholder

Attraverso la mappatura Ansaldo STS ha assegnato un “peso” a ciascuna categoria di stakeholder in base alla valutazione di quanto, la stessa categoria di stakeholder, possa influire sulla performance dell’azienda o esserne a sua volta influenzata.

La performace di Ansaldo STS è stata considerata nelle tre componenti che caratterizzano la sostenibilità dello sviluppo:

  • quella economica ossia il raggiungimento di obiettivi di fatturato, acquisizione clienti, backlog e obiettivi reddituali;
  • quella sociale, intesa come capacità di creare “valore condiviso” (non esclusivamente economico) attraverso la soddisfazione di esigenze e aspettative.
  • quella ambientale, di salute e sicurazza ossia il raggiungimento di obiettivi di riduzione degli impatti ambientali diretti e indiretti e di salute e sicurezza dei lavoratori.

L’aggregazione dei giudizi espressi dai singoli componenti del Comitato per la sostenibilità ha generato la seguente mappa:

I Clienti risultano essere la categoria di stakehoder percepita come maggiormente strategica dall’azienda, in linea con la cultura ed i valori di Ansaldo STS. Seguono i Soci e azionisti e i dipendenti; di quest’ultimi è percepita maggiormente l’influenza che possono avere sull’azienda rispetto a quella che l’azienda può avere su di essi. Anche in questo caso il giudizio riflette la cultura della centralità della persona di Ansaldo STS quale artefice del successo dell’azienda.

I Fornitori, le Autorità Locali e le Istituzioni pubbliche centrali risultano essere posizionati leggermente più in basso nella matrice. Anche di queste categorie di stakeholder viene maggiormente percepita l’influenza che possono avere su di Ansaldo STS piuttosto che il contrario. Comunità locali, Comunità finanziaria e Generazioni Future sono viste invece come maggiormente influenzabili dall’operato dell’azienda.