Valore per i soci e gli azionisti

Ansaldo STS è quotata nel segmento Star della Borsa di Milano, che raggruppa le società di eccellenza che rispondono a specifici e vincolanti requisiti: alta trasparenza e alta vocazione comunicativa, alta liquidità (35% minimo di flottante) e Corporate Governance allineata agli standard internazionali. In data 7 aprile 2015, il titolo Ansaldo STS è rientrato nell'indice FTSE MIB.

Il sistema di governo societario di Ansaldo STS è orientato alla massimizzazione del valore per gli azionisti, al controllo dei rischi d’impresa, alla trasparenza nei confronti del mercato e al contemperamento degli interessi di tutte le componenti dell’azionariato con particolare attenzione ai piccoli azionisti.

Composizione del capitale sociale e dividendi Il capitale sociale, sottoscritto e versato, di Ansaldo STS alla fine 2014 ammonta a 100.000.000 di euro. Il numero di azioni che compongono il capitale sociale è di 200.000.000; si tratta di azioni ordinarie di valore unitario pari a 0,50 euro. Non sono state emesse altre categorie di azioni né strumenti finanziari convertibili o scambiabili con azioni.

L’Assemblea straordinaria degli azionisti del 23 Aprile 2010 ha deliberato l’aumento gratuito del capitale sociale, per complessivi Euro 50.000.000, da attuarsi destinando in modo integrale la riserva versamenti in conto capitale per 47.679 migliaia di euro e la riserva da avanzo di fusione per 2.321 migliaia di euro mediante emissione di 100 milioni di nuove azioni ordinarie della Società del valore nominale di Euro 0,50 cadauna, da realizzarsi entro il 31 dicembre 2014, in cinque tranche annuali di ammontare pari ad Euro 10.000.000 ciascuna, rappresentate da 20.000.000 di azioni ordinarie di nuova emissione. In data 14 luglio 2014 è stata data esecuzione alla quinta ed ultima tranche dell’aumento di capitale.

Le azioni relative a ciascuna tranche di emissione sono state distribuite in rapporto di assegnazione delle azioni di nuova emissione determinato in base al capitale sociale esistente alla data di esecuzione di ogni singola tranche.

In ogni occasione di comunicazione, oltre che per gli adempimenti prevista per legge, è stato dato ampio risalto alle modalità dell’aumento di capitale e fornita spiegazione agli azionisti / investitori, verificando altresì che i media e altri soggetti che possono commentare sul titolo, abbiamo dato corretta interpretazione del tipo di operazione.

Ansaldo STS è soggetta all’attività di direzione e coordinamento da parte di Finmeccanica S.p.A., ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 2497 del Codice Civile. A dicembre 2014, sulla base delle risultanze del Libro Soci e tenuto conto delle comunicazioni ricevute ai sensi dell’Art. 120 del TUF e delle altre informazioni pervenute, risultano possedere direttamente o indirettamente azioni della società in misura pari o superiore al 2% del capitale sociale i seguenti soggetti:

InvestitoreNumero azionistiPosizione %
FINMECCANICA SPA 80.131.081 40.066
NORGES BANK 4.095.846 2.05

Utile per azione e dividendo

Il 2007 è stato il primo anno in cui la società ha distribuito dividendi, dopo la quotazione avvenuta in data 29 marzo 2006.

Relativamente all’esercizio del 2014 viene proposto all’Assemblea degli Azionisti del 2015 un dividendo totale per circa 30 milioni di euro, pari a 0,15 euro per ciascuna delle azioni aventi diritto.

Il valore del dividendo pagato nel 2014, riferito ai risultati del 2013 è stato pari a 28,8 milioni di euro, pari a 0,144 euro, rettificato per effetto della quinta ed ultima tranche di aumento gratuito di capitale sociale del 14 luglio 2014.

 

(€ unità)20142013
Basic EPS e Diluted EPS 0,43 0,40**
Dividendo per azione 0,15* 0,144**

* come da proposta all’Assemblea
** rideterminato in seguito all’aumento gratuito di capitale sociale del 14 luglio 2014 Da segnalare che il TSR (Total Shareholders Return) calcolato su base annua dalla data di quotazione al 31 dicembre 2014, e inclusivo dei dividendi distribuiti nel periodo, è pari al 12,5%.

 Attività di Investor Relations

L’obiettivo primario perseguito da Ansaldo STS è quello di mantenere un dialogo continuo con la comunità finanziaria italiana e internazionale, fornendo informazioni sensibili per il mercato in maniera tempestiva e trasparente e garantendo una corretta valutazione dell’azienda, coerentemente con il modello industriale, le strategie e gli obiettivi prefissati.

Per questo la funzione Investor Relations che riporta direttamente al Chief Financial Officer, si rapporta costantemente con la comunità finanziaria al fine di comprenderne le esigenze informative e supportare il Top Management nelle scelte di comunicazione.

Da indagini richieste più volte ai suoi interlocutori è stata sempre confermata la generale positiva impressione sull’operato del team di Investor Relations, riconosciuto come principale punto di contatto tra l’azienda e la comunità finanziaria.

Apprezzata altresì l’ottima conoscenza del mercato, del business model e dei punti di forza/ debolezza dell’azienda, espressa durante gli incontri da parte del responsabile dell’Investor Relations.

L’ufficio è inoltre riconosciuto per la sua pro attività, disponibilità e qualità del materiale informativo prodotto.

Gli analisti finanziari sono considerati gli stakeholder di riferimento, essenziali per la comprensione della realtà aziendale, di business e della linea strategica adottata dal Management.

Il numero totale delle coperture sul titolo è rimasto invariato nel 2014 a 13 banche d’affari.

Alcune forniscono ricerche periodiche settoriali e analisi sui concorrenti, che la funzione di Investor Relations raccoglie, studia e diffonde internamente, insieme alle comunicazioni ufficiali dal mercato.

Su base trimestrale prima dell’uscita dei risultati finanziari l’ufficio IR richiede ai broker, che svolgono l’attività di copertura sul titolo, l’ultimo aggiornamento delle loro previsioni sull’andamento dei principali indicatori economico/ finanziari dell’azienda, calcolandone poi i valori medi.

Il “consensus request” in formato aggregato viene quindi rinviato ai broker, i quali possono così confrontare il feedback ottenuto con le loro previsioni.

Questo si traduce per l’azienda in un aggiornamento accurato della percezione degli analisti “sell side” che è oggetto di confronto e riflessione da parte del Management.

Viene confermata la visione della Società nel considerare la comunicazione finanziaria come un’ attività bidirezionale che si basa non solo sulla cessione delle informazioni, ma anche e soprattutto sulla raccolta della percezione e dei suggerimenti da parte del mercato.

Per quanto riguarda le attività di comunicazione, il piano di comunicazione annuale è lo strumento di pianificazione e sviluppo delle attività di Investor Relations. Lo scopo di tali attività e quello di diffondere e rendere note le analisi del mercato, le politiche e le strategie messe in atto dall’Azienda.

Nel corso del 2014 Ansaldo STS ha partecipato ad alcune importanti conferenze e roadshow nelle principali piazze finanziarie europee, tra le quali Londra, Parigi, Milano e Zurigo.

A questo è stata affiancata un’intesa attività di video - conference call ed incontri in azienda, anche al fine di contribuire, diminuendo le giornate di viaggio, agli obiettivi di efficienza e contenimento costi costantemente perseguiti dalla Società.

Nel 2014 l’ufficio Investor Relations, pur mantenendo invariato l’organico e la qualità delle attività specifiche della funzione, ha assunto il compito di monitoraggio ed analisi del mercato e dello scenario competitivo volto a supportare il Management.

Oltre alla consueta attenzione giornaliera sui “rumors”e le principali notizie del mercato ed alla diffusione settimanale della raccolta degli stessi, IR NEWS, l’ufficio ha il compito di diffondere periodicamente analisi approfondita e aggiornata circa l’andamento dei competitor, dei mercati e dei principali studi di settore, il Competitor Profile Report.

Sempre a partire dall’anno 2014 viene inoltre redatto mensilmente il cosiddetto “Market Report”, avente per oggetto l’analisi sull’andamento dei mercati, dei peer e dei significativi avvenimenti macroeconomici del periodo.

Trasparenza e correttezza delle informazioni

La funzione Investor Relations persegue inoltre la propria missione assicurando la piena trasparenza della comunicazione e offrendo al mercato tutti gli elementi necessari affinché le decisioni degli investitori possano essere basate su informazioni complete, corrette e tempestive. Pertanto, tutte le comunicazioni dell’azienda sono caratterizzate non solo dal rigido rispetto delle disposizioni normative e regolamentari, ma anche dal linguaggio comprensibile, dall’esaustività dell’informazione, dalla tempestività e dalla simmetria informativa nei confronti di tutti gli investitori. La comunicazione all’esterno delle informazioni riguardanti Ansaldo STS avviene esclusivamente a opera delle funzioni a ciò preposte ed in conformità alle procedure aziendali vigenti dirette a garantire la veridicità e la corretta diffusione.

Andamento del titolo e rating degli analisti

Nel periodo 31 dicembre 2013 – 31 dicembre 2014 il prezzo del titolo è passato da 7,85 euro (7,07 euro rettificato post emissione quinta ed ultima tranche di aumento di capitale gratuito del 14 luglio 2014) a 8,33 euro, registrando quindi un incremento del 17,9% principalmente per effetto della speculazione conseguente al processo di revisione strategica del settore trasporti da parte dell’azionista di riferimento Finmeccanica.

Il titolo ha raggiunto il valore massimo di chiusura del periodo e massimo storico assoluto, pari a 9,16 euro, in data 31 ottobre 2014, e il suo valore minimo, pari a 6,53 euro, in data 17 giugno 2014.

I volumi medi giornalieri del periodo sono stati pari a 1.038.047 azioni scambiate (rispetto a 1.122.868 dello stesso periodo del 2013). La riduzione è anche conseguenza dell’uscita del titolo Ansaldo STS dall’indice FTSE MIB a partire dal 21 marzo 2014, come riportato di seguito.

Nel periodo considerato l’indice FTSE Italia All Share ha perso lo 0,3% mentre il FTSE Italia STAR ha guadagnato il 9,6%.

In data 5 marzo 2014, a seguito della revisione dell’indice FTSE MIB (che raggruppa le 40 società del listino a maggiore capitalizzazione) il “FTSE Italia Index Policy Committee” ha comunicato l’esclusione di Ansaldo STS dall’indice. La revisione ha preso in considerazione i prezzi e i volumi registrati fino al lunedì di 4 settimane prima della revisione; tale esclusione ha avuto quindi effetto dalla chiusura delle negoziazioni di venerdì 21 marzo 2014 (e cioè a partire da lunedì 24 marzo 2014). Di conseguenza il titolo Ansaldo STS è ad oggi inserito nell’indice FTSE Italia Mid Cap.

In data 14 luglio 2014 si è dato corso alla quinta ed ultima tranche di aumento gratuito del capitale sociale eseguita mediante emissione di ulteriori n.20.000.000 nuove azioni, e distribuzione agli azionisti aventi diritto in rapporto di 1 azione per ogni 9 possedute.