Politiche ambientali, di salute e sicurezza

Politica ambientale 

La politica ambientale di Ansaldo STS si basa sull’applicazione dei requisiti della norma UNI EN ISO 14001:2004 e delle altre norme di riferimento applicate a livello internazionale, sul rispetto delle normative nazionali e internazionali vigenti in materia, sviluppando un programma orientato al miglioramento continuo degli standard ambientali. La politica è comunicata e diffusa a tutto il personale di Ansaldo STS e a tutte le parti interessate attraverso il web e la intranet aziendale.

Al proprio interno Ansaldo STS, in coerenza con la mission, coinvolge tutto il personale nella riduzione e controllo degli impatti ambientali derivanti dalla propria attività attraverso la definizione di obiettivi e responsabilità. In tal modo Ansaldo STS punta ad essere riconosciuta tra le migliori società per la salvaguardia e la protezione dell’ambiente.

Campo di applicazione del Sistema di Gestione Ambientale 

Il Sistema di Gestione Ambientale adottato dalle Società di Ansaldo STS viene applicato alle seguenti attività:

  • SITI PRODUTTIVI per la fabbricazione dei prodotti destinati ai sistemi di sicurezza, controllo e supervisio-ne forniti di Ansaldo STS.
  • SEDI (non produttive) principalmente alle attività di progettazione impianti di segnalamento; analisi di si-curezza, affidabilità e disponibilità; prove di laboratorio; gestione e controllo commesse; ricerca e sviluppo; approvvigionamenti; prevenzione e protezione;
  • CANTIERI. Le attività svolte direttamente da Ansaldo STS sui cantieri riguardano la gestione e il coordinamento, la sorveglianza e il controllo sulle realizzazioni, l’attivazione e messa in servizio degli impianti, la loro consegna al Cliente. Relativamente alle problematiche ambientali legate a tali attività Ansaldo STS opera seguendo la procedura Gestione ambientale di cantiere partendo da un’analisi ambientale iniziale dei lavori previsti sul cantiere da elaborare e concordare con i subappaltatori. A seguito dell’attività di analisi iniziale viene redatto un piano di monitoraggio ambientale che consente di garantire, con continuità, la conformità legale e consente di cogliere tutte le opportunità per limitare gli impatti ambientali che, inevitabilmente, l’apertura di un cantiere può comportare.

Nel Sistema di Gestione Ambientale vengono considerati sia gli impatti diretti, cioè quelli riconducibili all’esercizio dell’attività da parte delle società di Ansaldo STS, sia gli impatti indiretti, cioè quelli associati a processi di acquisto, progettazione ed erogazione dei prodotti.

Formazione ambientale 

Il percorso di formazione ambientale di Ansaldo STS è stato implementato con la collaborazione dei "Training Needs Manager (TnM).
L’iniziativa mira all’individuazione di risorse che possano rappresentare un interlocutore della funzione “Risorse Umane” per la definizione di piani di formazione/sviluppo specifici della funzione organizzativa di appartenenza, in modo da agevolare la comprensione dei fabbisogni specifici di ciascuna unità organizzativa e consentire la definizione di progetti più mirati alle reali necessità delle diverse funzioni. L’elemento distintivo del TnM è il concetto di “Community” che si estrinseca nel favorire la creazione di un network che riduca le distanze geografiche.

Nel corso del 2014 Ansaldo STS ha effettuato interventi formativi e informativi mirati a sensibilizzare l’attenzione per:

  • le procedure e i requisiti del Sistema di Gestione Ambientale;
  • gli impatti ambientali significativi, reali o potenziali, conseguenti alle attività e i benefici per l’ambiente indotti dal miglioramento della prestazione individuale;
  • i ruoli e le responsabilità necessari per raggiungere la conformità alla Politica Ambientale, alle procedure e ai requisiti del Sistema di Gestione Ambientale, ivi comprese la preparazione alle situazioni di emergenza e la capacità di reagire;
  • le potenziali conseguenze di scostamenti rispetto alle procedure operative specificate.

Le sessioni di formazione e addestramento vengono tenute da personale competente nella disciplina interessata.
L’orientamento tecnico specialistico degli interventi formativi racconta l’intenzione di Ansaldo STS di rivolgersi in particolar modo a quelle figure operative che svolgono mansioni e attività potenzialmente critiche in tema ambientale.

Negli ultimi tre anni sono aumentate le ore di formazione ambientale.

Nel 2014 ne sono state erogate 2.713 in aumento del 81% rispetto al 2013.

201220132014
Totale ore formazione ambientale 1.041 1.494 2.713

Cambiamento climatico 

Ansaldo STS vede il cambiamento climatico principalmente come a una fonte di opportunità. In questa logica analizza i possibili impatti delle proprie scelte strategiche legate al cambiamento climatico su un arco temporale di breve, medio e lungo periodo, allo scopo di identificare le opportunità per sviluppare il business e migliorarne l'efficienza e al fine di identificare i relativi rischi.

Ansaldo STS è impegnata a ridurre progressivamente le emissioni di GHG in tutte le fasi della propria attività. Le attività e le iniziative per fronteggiare i cambiamenti climatici vengono intraprese nell'ambito del sistema di gestione ambientale messo a punto da Ansaldo STS a livello globale sviluppando una strategia di Carbon Management che si basa sui seguenti principi:

  • approccio globale: sviluppare meccanismi che considerino l’impegno di tutte le sedi Ansaldo STS;
  • obiettivi di lungo termine ragionevoli e raggiungibili: è fondamentale stabilire una visione chiara e realistica delle azioni da intraprendere;
  • sostegno allo sviluppo delle tecnologie: sviluppo di soluzioni tecnologiche avanzate.

Tale strategia si concentra essenzialmente su tre aree di influenza:

  • le attività interne e le emissioni dirette dai propri siti (emissioni Scope 1); 
  • i fornitori di energia elettrica e le rispettive emissioni operative riconducibili alle attività Ansaldo STS (emissioni Scope 2):
  • la supply chain di Ansaldo STS e le emissioni conseguenti alla produzione e alla consegna di beni e servizi (emissioni Scope 3).

Politica di salute e sicurezza 

La Politica di Ansaldo STS in tema di salute e sicurezza del lavoro si basa sull’applicazione dei requisiti delle norme di riferimento, la OHSAS 18001:2007 e delle altre norme di riferimento applicate a livello internazionale, sul rispetto delle normative nazionali ed internazionali vigenti in materia, sviluppando un programma orientato al miglioramento continuo degli standard di salute e sicurezza.

Per la salute e sicurezza Ansaldo STS si impegna a:

  • assicurare e mantenere un ambiente di lavoro sano e sicuro, prevenire infortuni, malattie o danni alla salute dei dipendenti, dei fornitori, dei Clienti e dei visitatori;
  • estendere la certificazione OHSAS 18001 a tutti i siti di Ansaldo STS, migliorando con continuità l’efficacia del Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul luogo di lavoro (SGSL);
  • migliorare in modo continuo le prestazioni del SGSL in termini non solo di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, ma anche per quanto concerne le condizioni più generali di benessere dei lavoratori;
  • adottare per tutti i pericoli connessi all’attività lavorativa, criteri di valutazione, che nel rispetto della legislazione nazionale ed internazionale vigente, tengano conto anche delle best practice;
  • incrementare l’attività di formazione e informazione di tutti i lavoratori con l’obiettivo di renderli sempre più consapevoli dei rischi connessi alla loro attività;
  • continuare a sviluppare attività a sostegno della diffusione della cultura della sicurezza verso tutti i fornitori e le parti interessate.

La politica è comunicata e diffusa a tutto il personale e a tutte le parti interessate attraverso il web e la intranet aziendale.

La formazione 

L’azienda promuove, diffonde e consolida al proprio interno la cultura della salute e sicurezza con interventi formativi volti ad accrescere in ognuno la consapevolezza dei rischi e l’attitudine a comportamenti responsabili.

Per questo motivo Ansaldo STS promuove attività di addestramento, formazione e informazione per lo sviluppo di competenze del personale che, attraverso le proprie attività, può influenzare la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro.

Nel corso del 2014, per l’Italia, è stato sviluppato un ambizioso progetto formativo con la collaborazione di Fondimpresa. Aumentando notevolmente le ore di formazione pro-capite.

Complessivamente, nei siti specificati in questa analisi, nel 2014 sono state erogate 34.502 ore di formazione sulla sicurezza (+30% rispetto al 2013) che rappresentano il 39% delle ore di formazione complessive.

 SITI PRODUTTIVI SEDI  
FORMAZIONE IN SALUTE E SICUREZZA201220132014201220132014
Totale ore formazione salute e sicurezza 1.299 2.492 2.644 15.778 24.094 31.858
Totale ore formazione 7.531 6.148 10.024 62.875 76.129 77.946
% Formazione in salute e sicurezza sul totale 17% 41% 26% 25% 32% 41%